Archivio

Geronimo pentru Bradet

Mondovì teatro Baretti – Venerdì 14 dicembre – ore 21.00

Proiezioni “inediti” per sostenere l'”esperimento Brădet”:

– portare il pesce o insegnare a pescare (3′, 2011)

– lettere da bucarest (17′, 2011)

– il presepe di prea (40′, 2012)

“Portare il pesce o insegnare a pescare”

L’intero incasso della serata (che sarà ad ingresso libero) andrà qui:

“Geronimo pentru Brădet” – letteralmente, in romeno, “per Bradet” – intende rivolgere lo sguardo alla realtà disagiata del paesino di Brădet, nel sud-ovest della Romania, noto come uno dei paesi più poveri ed abbandonati dell’intero paese. La località ospita 390 persone, con oltre 100 bambini, rimaste senza lavoro per effetto della chiusura della vicina miniera di carbone. La conseguente migrazione massiccia delle fasce lavoratrici della popolazione ha comportato un ulteriore stato di abbandono per la maggioranza dei bambini rimasti in paese, che sono stati letteralmente abbandonati a se stessi dalle autorità – basti pensare che la località è difficilmente raggiungibile in automobile.

La situazione ha visto un cambio di rotta nel febbraio 2009, quando un gruppo di amici italiani – provenienti soprattutto da Parma e Milano – già attivi dal 1990 nel settore del volontariato verso la Romania con la loro Associazione “Il Giocattolo”, hanno “adottato” le giovanissime generazioni del paese, assumendosi la responsabilità di fornire loro mezzi educativi adeguati. Un primo, importante, intervento è stato rivolto alla scuola, in stato di totale abbandono, che è stata interamente ristrutturata, grazie al lavoro comunitario (fatto fare ai rumeni) e alle elargizioni dei singoli componenti della Associazione. Successivamente, grazie alla collaborazione con il Provveditorato agli Studi romeno, l’Associazione si è incaricata di supportare la gestione della scuola, che si presenta oggi come un esempio di sviluppo equilibrato per l’intera aerea di Anina. Nel frattempo le elezioni amministrative hanno portato un cambio di guida nel Comune e ci sono già effetti positivi; in particolare una concreta collaborazione con l’Associazione, che si sente ulteriormente stimolata.

L’intero incasso della serata – che avrà comunque ingresso gratuito – sarà destinato a una

famiglia in difficoltà di Brădet, recentemente sconvolta dalla morte di uno dei venti bambini che, tra figli e nipoti, la compongono. La drammatica situazione della famiglia ha generato ripercussioni psicologiche per gli altri bambini (uno dei fratellini è recentemente caduto in un mutismo quasi totale), e per questo, l’Associazione “Il Giocattolo” cercherà una persona che si occupi di loro, grazie anche ai contributi che arriveranno dalla serata monregalese.

www.ilgiocattolo.org

info@ilgiocattolo.org

Lascia un commento