Tre giorni di (E)venti

fraschetti

Un festival di compleanno senza compleanno né festeggiato.
Una scusa come un’altra per fare qualcosa, riflettere sul fare, annullare il qualcosa.

Tra gli spettacoli in programma, la “Revisione di un auto”, condotta da un meccanico che in tempo reale spiega in cosa consiste il suo lavoro. Colonna sonora di motori e chiavi inglesi che cadono.

E poi la “one lesson simphony Orchestra”. Ognuno porta uno strumento e in cinque minuti qualcun altro gli insegna a suonarlo. Il direttore viene scelto e nominato con metodo democratico.

E il “tris di Gianni e un Carlo”, in cui si cercano tre artisti che si chiamino Gianni e uno che si chiami Carlo, e li si mette insieme per veder quel che succede.

Questo ed altro, per un’azione che si permette di fare accadere cose senza che abbiano un’introduzione un seguito, senza la necessaria presenza di un “pubblico”, di “carne” che legittimi il tutto. “Agire per tutti e per nessuno. Agire”.

http://ignaziochessa.blogspot.it/2012/12/programma-ufficiale-buon-compleanno.html

Lascia un commento