E’ sera

È sera, è tardi. Mi lavo i denti.
Mi pettino i capelli per la notte.
Non si sa mai chi si incontra in un sogno
e sull’aspetto le ombre sono esigenti.

Domani al mio risveglio sembrerò un istrice.
Avrò capelli morti sul cuscino,
una patina d’oro sugli incisivi.
Sogno miele e carezze come un bambino.

Nic Dyb Carbonò

Bookmark the permalink.

Lascia un commento