Responsabilità

L’altro giorno ho incontrato Dio.

Ha detto che non c’era bisogno
d’incolparlo della mancanza,
verso i sogni
non andare in fondo.

Nascondersi nella morale,
è cosa da umani
accusarlo.

Di non credere più in lui
mi ha suggerito.
Senza pensare alle malelingue,
che del futuro coraggio,
saranno evidenza di forza.

Gli ho chiesto se posso
essere libero di fare
e mi ha risposto
quello che voglio.

Fantasticando,
non ci ho creduto,
e sul futuro mi trattenevo,
finché un amico mi ha reso
quello schiaffo che da tempo
mi doveva.

Allora ho capito.

[di Giuseppe Carta]
[foto: Angeles Comba]

Bookmark the permalink.

Lascia un commento