In viaggio

Old-Life-New-Life

– Sì, ho bagaglio, sono tre valigie!

– Questo le costerà caro, qui alla compagnia di vita abbiamo come politica il viaggiare leggeri.

– Me ne sono accorto, ma non so abbandonarle. Sono tutti i miei ricordi. La smetta di insistere. Quanto mi costerà questa volta?

– Sarà sofferenza, incapacità di godere della nuova situazione, dubbi, incertezza, malinconia. È proprio sicuro di voler di nuovo partire?

– Ho forse un’altra scelta? Non ho deciso io! E lei dovrebbe saperlo bene. Anzi, già che me lo chiede, vorrei reclamare. Mi fa parlare con l’impiegato dell’ufficio destino?

– Mi dispiace, la politica aziendale non permette reclami. Ma se non è soddisfatto con la nostra compagnia può sempre lasciarci. È libero di recedere il contratto in qualsiasi momento. Basta poco e tutto finisce. Però ora non mi faccia perdere altro tempo, siete in tanti a voler partire ultimamente. Da quando avete iniziato a credere che la felicità sta nella ricerca di novità non ho più pace. Dove vuole andare?

– Mi dia un biglietto per wonderland, questa volta voglio provare con la magia e con i sogni. Ma perché nessuno mi aveva avvertito che era così difficile viaggiare con questa compagnia? Non avrei mai accettato.

– Un altro ingenuo. Ecco il biglietto. Faccia attenzione a non perderlo, non ce ne sono altri. Le ricordo che non c’è rimborso e se il treno non arriva a destinazione la colpa è solo sua. Grazie ancora per averci scelto.

– Avevo forse scelta?

Fabrizio e Roxana

Bookmark the permalink.

Lascia un commento